La nostra sezione propone diverse attività durante tutto l’anno. Dall’escursionismo sui sentieri più belli delle nostre Alpi Occidentali, all’alpinismo, al cicloescursionismo, fino alle attività invernali con sci di fondo, sci alpinismo e racchette da neve.

Il calendario delle gite lo potete scaricare da qui, oppure accedere alle pagine dedicate alle attività. Qui sotto riportiamo le gite degli ultimi anni, mentre nella pagina Esperienze potete trovare alcuni spunti e idee per altre gite che alcuni nostri soci hanno svolto.

La gita sociale è il modo ideale per effettuare le gite escursionistiche in montagna. Permette di effettuare il viaggio con un comodo pullman, in compagnia, senza mettersi al volante tutte le volte che si raggiunge il numero minimo di partecipanti, altrimenti per contenere i costi sarà necessario trovare qualche volenteroso autista!

Ogni due settimane vengono proposti itinerari sempre nuovi, che consentono di affrontare mete con dislivelli progressivi, sino alla gita clou dell’anno, che si svolge solitamente nel mese di luglio. Alla gita partecipano persone di tutte le età , compresi i bambini; l’itinerario prevede sempre una o più mete intermedie alla portata di tutti, anche se di solito tutti raggiungono la meta prefissata e qualcuno, a volte, si spinge ancora oltre.

La sezione di Pino Torinese può contare sulla professionalità di due Capi gita che hanno superato l’esame di Accompagnatore di Escursionismo (AE) del CAI, due Accompagnatori Sezionali di Escursionismo (ASE), un Accompagnatore di Ciclo Escursionismo (AE-C), una Accompagantrice di Alpinismo Giovanile (AAG) e un Accompagnatore Sezionale di Alpinismo Giovanile (ASAG).

Per inciso, gli Capi gita non sono remunerati e svolgono la loro attività a titolo di pura cortesia.

Prenotazione escursioni

Accedendo al calendario è possibile prenotarsi alle escursioni in programma. Per fare ciò è però necessario avere prima creato un utente sul nostro sito (vedi la procedura qui). In automatico verrà registrata la vostra presenza e inviato il biglietto virtuale di partecipazione alla gita. Tramite la newsletter vi verrà confermata la gita e gli ulteriori dettagli.

La scala delle difficoltà

Camminando in montagna ci sarà già capitato di vedere sui cartelli che indicano le varie mete delle sigle tra parantesi caratterizzate da una o più lettere maiuscole. Queste indicano le difficoltà che incontreremo sul percorso, e ci mettono in guardia sulla preparazione richiesta per affrontare quel percorso.

Le difficoltà si possono dividere in escursionistiche (T, E, EE, EEA) e alpinistiche (F, PD, AD, D, TD, ABO). Per quanto riguarda quelle escursionistiche vi riportiamo di seguito una descrizione delle varie difficoltà.

  • T: Percorso turistico, non serve alcun tipo di attrezzatura, praticabile da tutti anche senza uno specifico allenamento.
  • E: Percorso escursionistico, più impegnativo del precedente, solitamente si tratta di sentieri facili, bisogna utilizzare delle pedule.
  • EE: Percorso per escursionisti esperti, solitamente su sentieri mediamente difficili o su percorsi lunghi, necessita essere in parte allenati, e l’utilizzo di scarponi, soprattutto per i meno esperti.
  • EEA: Percorso per escursionisti esperti con attrezzature, qui si trovano difficoltà  superiori alle tre categorie precedenti, ma non ancora di tipo alpinistico. Bisogna calzare scarponi, essere allenati e preparati ad affrontare zone difficoltose con sentieri poco percorribili e possono servire alcune attrezzature (imbrago, moschettoni).

Come attrezzarsi per una gita? Ecco qui un utile

Archivio delle escursioni

it_ITItaliano